12/09/2022

AI BLOGGER ITALIANI PIACE LA CARD DI BELLATOR MILANO DEL 29 OTTOBRE

Per i principali commentatori di MMA del nostro Paese tra un mese e mezzo a all’Allianz Cloud assisteremo a match di alto livello.

Soddisfazione per il ritorno di Bellator in Italia e per l’opportunità di poter combattere in una promotion così importante offerta a tanti fighters italiani. Queste, oltre ad un generale compiacimento per il livello complessivo dei match, sono le reazioni che abbiamo trovato in tutti i più noti blogger italiani di MMA che abbiamo intervistato in merito alla card di Bellator 287 del prossimo 29 ottobre a Milano.

Yuri Martinelli di https://www.theshieldofsports.news/ ci ha detto che “finalmente sta arrivando Bellator Milano, un evento che fa bene al movimento delle MMA italiane e che arriva con un tempismo perfetto dato che nel nostro paese stanno germogliando sempre più atleti pronti a far parlare di loro e del movimento delle arti marziali miste.

C'è grande attesa per il ritorno della promotion nel nostro paese e per rivedere all'opera alcuni dei nostri porta bandiera sul suolo europeo. Sicuramente Chiara Penco, Daniele Scatizzi, Walter Pugliesi, Manuela Marconetto, Nicolò Solli e Walter Cogliandro sono pronti a sfruttare questa occasione per dare un importante cambio di marcia alla loro carriera.

I nostri connazionali saranno chiamati ad accendere la miccia dell'evento nella preliminary Card con incontri insidiosi ma indubbiamente alla portata di tutti gli italiani impegnati.

Desta molto fascino la sfida al femminile tra italiane, Penco e Marconetto. Si prevede una sfida tra due guerriere senza esclusione di colpi”.

Per Giuseppe Albi di www.fightnews.it “ogni volta che un appuntamento del genere sbarca in Italia è sempre qualcosa di elettrizzante perché sembra quasi di toccare con mano l'evoluzione di uno sport che, anche nel nostro Paese, sta prendendo sempre più piede. Un evento che meritiamo tutti noi appassionati e che meritano, soprattutto, i tanti atleti italiani che giorno dopo giorno lavorano duramente in palestra e sacrificano la loro vita per un sogno che sta diventando sempre più reale. E il 29 ottobre a Milano ne potremo vedere tanti di questi atleti e di questi sogni. Da Dragos Zubco a Walter Cogliandro, passando per il derby fra Chiara Penco e Manuela Marconetto, fino ad arrivare a Nicolò Solli, Walter Pugliesi e Daniele Scatizzi, quest'ultimi forse i fighters più attesi visto il loro background. Sarà un autentico assalto alle MMA mondiali dunque e la speranza è che i nostri rispondano presente.

Tanta Italia, ma anche tanto spettacolo visti gli altri nomi internazionali presenti in main card. Su tutti spiccano ovviamente Adam Piccolotti e Mansour Barnaoui, protagonisti di un main event ai piani alti della categoria dei pesi leggeri. Sono poi curioso di vedere all'opera anche Fabian Edwards. L'inglese, dopo essere rimasto imbattuto per nove match consecutivi, ha attraversato il periodo peggiore della sua carriera con due sconfitte di fila rimediate contro Costello van Steenis e Austin Vanderford. Una doppia debacle dal quale si è ripreso grazie alla vittoria prestigiosa ottenuta per KO lo scorso maggio contro il leggendario Lyoto Machida. Ora però ha bisogno di continuità e il match contro il durissimo Charlie Ward (reduce da tre vittorie consecutive) potrà dire molto sulle sue ambizioni da titolo”.

Secondo Tommaso Clerici di www.ultimouomo.com “quando Bellator torna in Italia è sempre una festa perché porta show di grande caratura che sono anche l’occasione di poter vedere i nostri connazionali in un contesto di altissimo livello. Questo il pubblico lo ha sempre riconosciuto presenziando all’evento. È fondamentale la presenza di Bellator nel nostro Paese per la crescita delle MMA. Tutti i match dei nostri connazionali sono molto impegnativi ma sono contento dell’opportunità che dà Bellator agli italiani.

Passando ai singoli match intanto direi che è stato giusto richiamare Walter Pugliesi perché è un personaggio mediatico importante nel mondo delle MMA italiane e sicuramente porterà pubblico, è un valore che gli va giustamente riconosciuto. Detto questo sarà un match duro per lui. Più equilibrato il match di Solli anche se Camara è un fighter completo e insidioso ma Nicolò ha dimostrato di essere promettente e ha le frecce giuste nel suo arco per vincere. Per contro Landu è molto esperto ed è un duro avversario per Cogliandro che sta ultimamente accettando molti match. Lo vedo leggermente sfavorito ma può farcela e lo aiuterà molto essere passato alla SBG Ireland. La Penco la ritengo invece favorita ma occhio a non sottovalutare la Marconetto perché ha fatto vedere cose davvero buone. Interessante anche la sfida tra gli ex sparring partner Biyong e Zubco. Sulla carta è favorito il camerunense che credo cercherà di portare il mach a terra dati i notevoli precedenti nella kickboxing dell’atleta di Alassio. Scatizzi credo invece che sia il fighter più sottovalutato d’Italia. Ha avuto una carriera dura con avversari tosti e questo spiega i suoi risultati altalenanti. Affronterà Gallon che è davvero pericoloso ma vedo dai suoi post che “Scat” ci crede molto e si sta allenando in modo durissimo. Tutti di alto livello infine i match della main card. Quello che mi stuzzica di più è Edwards Vs Ward perché sono un grande fan di un brawler come Ward”.

L’attenzione di Michele Crispo di MMA24 è catturata in primis “dal giovane Top Prospect Luke Trainer (5-1), 26enne con grandi ambizioni nella Light-Heavyweight Division, che sicuramente ci delizierà con un volume di colpi interessanti e veramente molto potenti.

Poi troviamo i nostri portabandiera Nicolò Solli e Daniele Scatizzi che rappresenteranno la SBG Ireland, palestra che ha creato Conor McGregor. A mio avviso entrambi hanno dei match duri ma che possono portare a casa con la loro tecnica.

Thibault Gouti vs. Alfie Davies potrebbe essere invece il fight of the night. Gouti è un veterano delle MMA con apparizioni nelle migliori promotion mondiali mentre Davies (vecchia conoscenza per noi viste le vittorie su Scatizzi e Botti) a mio parere è un fighter molto completo e che può ancora dimostrare tanto.

Fabian Edwards dopo la fantastica vittoria contro Lyoto Machida vuole la sua seconda vittoria di fila contro Charlie Ward per seguire le orme del fratello maggiore Leon e portare anche lui un titolo mondiale nella città di Birmingham.

Nel Main Event vedremo Adam Piccolotti, pronto a disputare il suo 14esimo match nella promotion, che se la vedrà contro l’esperto francese Bernaoui che sicuramente non sarà un avversario facile per l’americano. Adam, mi aspetto un match combattuto e tirato fino al quinto round”!

Alfredo Zullino, già corrispondente dall’Italia di www.tapology.com e www.bjpenn.com è dal canto suo “piacevolmente sorpreso per il ritorno in Italia di Bellator, non me lo aspettavo così a breve. È una bella card per gli standard italiani, con match equilibrati per i nostri portacolori. Io vedo Pugliesi favorito contro Hill e anche Solli su Camara, anche se il francese è molto buono Nicolò è più completo. Cogliandro è sicuramente un fighter di livello, completo ma troverà in Landu un avversario molto coriaceo e con molta più esperienza. Lo ricordiamo per il KO spettacolare ai danni di Terry Brazier che fece nel 2020 a Bellator Parigi con una ginocchiata saltata. Walter deve stare attento. Vedo poi favorita la Penco sulla Marconetto che comunque non è l’ultima arrivata. Vedo meglio anche Biyong, un fighter che mi piace molto, nel match contro Zubco che ha meno esperienza nelle MMA. Molto difficile l’incontro di Scatizzi contro Gallon che ha già battuto in Italia il suo amico Botti. Daniele se vuole può però portare la vittoria a casa. Molto piacevoli per il pubblico europeo il co-main event con Fabian Edwards che per me parte favorito contro l’irlandese Ward ed il main event con Piccolotti probabile vincitore anche se il francese Barnaoui ha più match di lui”.

Per Giovanni Bongiorno di MMAtalks e www.ultimouomo.com “varrebbe la pena di guardare la card solo per la presenza di Piccolotti. È un fighter entusiasmante che non delude mai, anche quando perde fa vedere sempre belle cose. Poi nel co-main event abbiamo Fabian Edwards contro Chris Ward che poteva essere tranquillamente il main event. Per il resto posso aggiungere che Scatizzi non affronta mai avversari facili ed infatti questa volta avrà davanti Gallon. Sono molto contento del rientro di Chiara Penco, di Solli e di Pugliesi. In generale la card è composta per ospitare molti italiani e coi nomi elencati lo spettacolo non mancherà. Cogliandro dopo la non positiva esperienza in BRAVE cerca di lanciarsi in Bellator. È un ottimo fighter nel panorama italiano, è cresciuto molto nell’ultimo periodo, riesce a controllare bene gli spazi in gabbia. L’avversario è un ottimo test per capire se Bellator è la sua dimensione e può benissimo esserlo.

BELLATOR 287: PICCOLOTTI VS. BARNAOUI MAIN CARD*

29 OTTOBRE 2022, ALLIANZ CLOUD MILANO

Lightweight Main Event: Adam Piccolotti (13-4) vs. Mansour Barnaoui (19-4)

Middleweight Bout: #3-Fabian Edwards (10-2) vs. Charlie Ward (10-4)

Lightweight Bout: Saul Rogers (15-4) vs. Tim Wilde (14-4-1)

Featherweight Bout: #8-Justin Gonzales (13-1) vs. Andrew Fisher (19-8-1)

BELLATOR 287: PICCOLOTTI VS. BARNAOUI PRELIMINARY CARD*

Light Heavyweight Bout: Luke Trainer (5-1) vs. Lucas Alsina (11-3)

Lightweight Bout: Davy Gallon (21-7-2) vs. Daniele Scatizzi (11-6)

Light Heavyweight Bout: Simon Biyong (8-2) vs. Dragos Zubco (3-1)

Lightweight Bout: Alfie Davies (14-4-1) vs. Thibault Gouti (16-5)

Strawweight Bout: Chiara Penco (7-3) vs. Manuela Marconetto (3-1)

Featherweight Bout: Yves Landu (17-9) vs. Walter Cogliandro (11-3-1)

Middleweight Bout: Costello van Steenis (13-2) vs. Kamil Oniszczuk (9-1)

Welterweight Bout: Nicolò Solli (3-1, 1 NC) vs. Bourama Camara (5-1)

Middleweight Bout: Steven Hill (5-0) vs. Walter Pugliesi (9-3)

*Soggetta a possibili cambiamenti