08/09/2022

BELLATOR 285: HENDERSON VS. QUEALLY, L’ANALISI DELLA CARD I PARTE

L’appuntamento del 23 settembre a Dublino sarà particolarmente ricca di talenti tanto che i match dei preliminary da soli potrebbero essere la main card di un evento.

Mancano 2 settimane all’inizio della “campagna d’autunno” di Bellator che ci regalerà alcuni eventi veramente straordinari. Più precisamente venerdì 23 settembre alla 3Arena di Dublino in Irlanda si accenderanno i riflettori su Bellator 285: Henderson vs. Queally (live in chiaro con commento in italiano su MOLA TV).

Oggi cominciamo a presentarvi i primi match della card irlandese che a fatica riusciamo a chiamare “preliminary” dato il livello degli atleti impegnati.

Cominciamo ad esempio dalla sfida nei Welter tra il Moldavo di base alla SBG Ireland Luca Poclit e l’italo americano Dante Schiro. Poclit ha un record di 7-1 con 1 KO e 4 sottomissioni ma la sua unica sconfitta risale al match di debutto da pro nel lontano 2012 contro il russo Mairbek Taisumov, un veterano della promotion russa M-1, all’epoca molto quotata, che era già 16-3 da pro. Un vero mismatch insomma, ovvero un incontro dall’abbinamento improponibile. Dopo 4 anni di pausa il fighter moldavo è tornato a combattere in Eagles FC nella quale ha inanellato 6 vittorie consecutive, 4 prima del limite, ed ha conquistato la cintura dei Welter. In Bellator doveva debuttare proprio a Dublino il 5 novembre 2021 contro Ashley Reece ma il match saltò come pure quello programmato lo scorso 25 febbraio contro Stefano Paternò. Il “paisà” Schiro arriva invece dalla Chosen Few di McFarland Wisconsin dove si allena con un altro nome noto di Bellator, Alex Polizzi. Da pro ha un record di 9-3 con 4 Ko e 4 sottomissioni e di 6-1 con 6 finalizzazioni da dilettante oltre alla conquista del titolo Chosen Few FC nei Medi e nei Welter. Prima di entrare in Bellator ha combattuto anche in ONE ed in Legacy oltre ad aver conquistato il titolo nella promotion Caged Aggression. Ha debuttato con noi nel 2021 contro un fortissimo fighter come Logan Storley, 14-1 con vittorie su atleti del calibro di Michael Page e Neiman Gracie ed 1 sola sconfitta per split decision contro l’ancora imbattuto campione di categoria Yaroslav Amosov. Contro Amosov Storley perse per split decision esattamente come Schiro nel match contro di lui. Insomma, un atleta di altissimo livello la cui collocazione nei preliminary dice tutto sul livello generale di questa card.

Nei Leggeri avremo invece la sfida tra Georgi Karakhanyan e Kane Mousah.

L’armeno-americano Karakhanyan ha una storia tutta da raccontare. Figlio di un maestro di karate e sambo è cresciuto a Mosca ed a soli 8 anni ha disputato la sua prima gara di arti marziali. Si è però poi appassionato al calcio ed è arrivato a giocare a livelli professionistici nel celebre club Spartak Mosca. Decide però di abbandonare il calcio e la Russia e di trasferirsi in America dove riabbraccia le arti marziali, inizialmente col BJJ. Dopo soli 6 mesi di pratica e ad appena 21 anni nell’ottobre del 2006 debutta da pro in King Of The Cage con una vittoria per sottomissione. È l’inizio di una carriera che lo porterà a combattere oltre che in Bellator nelle più importanti promotion di USA, Asia ed Europa: WSOF (oggi PFL), ACA, DREAM, KOTC, Taichi Palace. In 16 anni ha disputato 46 match da pro ottenendo 31 vittorie, 7 per Ko e ben 16 per sottomissione, 1 pari ed 1 no contest. È stato campione PFL, quando si chiamava World Series of Fighting, e Taichi Palace. Ha inoltre vinto il titolo Grapplers Quest nel 2012. In Bellator è stato semifinalista nel torneo dei Piuma stagione due nel 2010.

Mousah è invece ben noto ai fans italiani per aver combattuto nel 2019 a Milano ma soprattutto per aver sconfitto nell’ottobre 2020 con una contestatissima split decision il nostro Alessandro Botti. Il suo record è di 13-4 con 4 KO e 2 sottomissioni. Prima di entrare in Bellator nel 2019 ha combattuto nella britannica BAMMA e nella russa ACA.

Osservato speciale nei Leggeri Darragh Kelly al suo secondo match da pro. Il primo lo ha disputato lo scorso febbraio a Bellator 275 vincendo con una sottomissione al primo round contro Junior Morgan. Il motivo di tanto attesa è il suo impressionante percorso da dilettante: 9-0 con 9 finalizzazioni. Ha da poco compiuto 24 anni ed è anche lui in forza alla SBG Ireland. A metterlo alla prova a Dublino sarà l’inglese Kye Stevens, 3-1 ed 1 NC da pro con 1 successo per Ko proprio nel suo ultimo match. Anche lui ha alle spalle una notevole carriera da dilettante: 6-1 con 6 successi consecutivi prima del limite.

Alex Bodnar è invece un fighter slovacco di base in Inghilterra che debutterà nella nostra promotion. Il suo record è 4-1 con 2 finalizzazioni da pro e 6-2-1 da amateur con 3 finalizzazioni Nei Piuma sfiderà l’afro-irlandese Kenny Mokhonoana anche lui della SBG Ireland e neo acquisto di Bellator. È 3-0 d a pro, l’ultima vittoria è stato un Ko al primo round lo scorso marzo in UAE Warriors. Da dilettante ha fatto man bassa di titoli nelle promotion britanniche conquistando le cinture Battle Zone FC, CRC, Chaos FC, Akuma MMA e Cage Conflict.

BELLATOR 285: HENDERSON VS. QUEALLY, VENERDì 23 SETTEMBRE, DUBLINO

Live in chiaro con commento in italiano su MOLA TV

MAIN CARD*

Lightweight Main Event: Peter Queally (13-6-1) vs. Benson Henderson (29-11)

Light Heavyweight Co-main event Yoel Romero (14-6) vs. Melvin Manhoef (32-15-1)

Featherweight Mads Burnell (16-4) vs. Pedro Carvalho (12-6)

Women's Featherweight Leah McCourt (6-2) vs. Dayana Silva (10-7)

Featherweight Ciaran Clarke (5-0) vs. Georges Sasu (4-2)

PRELIMINARY CARD*

Bantamweight Brett Johns (18-3) vs. Jordan Winski (12-3)

Featherweight Asaël Adjoudj (1-1) vs. Jordan Barton (7-1-1)

Bantamweight Brian Moore (14-9) vs. Arivaldo Silva (19-9-2)

Light Heavyweight Karl Albrektsson (13-3) vs. Karl Moore (9-2)

Lightweight Darragh Kelly (1-0) vs. Kye Stevens (3-1)

Lightweight Georgi Karakhanyan (31-12-1) vs. Kane Mousah (13-4)

Featherweight Kenny Mokhonoana (3-0) vs. Alex Bodnar (4-1)

Welterweight Luca Poclit (6-1) vs. Dante Schiro (8-3)

*Card soggetta a possibili cambiamenti