16/09/2020

BELLATOR A MILANO SI FA IN 3

Annunciati altri 2 eventi il 26 settembre ed il 3 ottobre

Diventano 3 le date di Bellator a Milano a cavallo di fine settembre ed inizio ottobre. La promotion ha infatti ufficializzato che, oltre a quello già reso noto del 1 ottobre (Bellator 247 Daley vs Anderson) il capoluogo lombardo ospiterà altri due eventi, Euroserie 8 e 9.

Il primo appuntamento sarà il 26 settembre e come match clou avrà Fabian Edwards opposto a Costello van Steenis. Sono però già stati annunciati altri due match, Will Fleury contro Kent Kauppinen e, soprattutto, l’attesissimo ritorno di Pietro Penini che sfiderà Michael Shipman.

Il ventisettenne veronese “King Kong” Penini è stato messo sotto contratto da Bellator dopo aver battuto lo scorso autunno Charlie Ward a Bellator Londra. La chiara vittoria ai punti sull’ex UFC della SBG Ireland che arrivava da 4 vittorie per Ko nella promotion è stata ovviamente determinante per il futuro del fighter veneto recentemente passato in forza al team Aurora. Ad oggi Pietro ha un record pro di 9 vittorie, 1 sconfitta, 1 pari ed 1 No Contest. È in striscia vincente da 3 match, l’ultimo è stato proprio quello di Londra con Ward. Ha ottenuto 3 vittorie per Ko e 2 per finalizzazione mentre l’unica sconfitta è arrivata per arresto medico a seguito di ferita. È stato campione ICF e Venator. Shipman è invece un inglese di base alla London Shootfighters con un record pro di 13-3, tutte vittorie prima del limite (7 Ko e 6 finalizzazioni). In Bellator per ora è a quota 4-2 con 3 Ko ed una finalizzazione. Al suo attivo ha uno dei Ko più veloci nella storia della promotion, solo 10 secondi contro Carl Noon a Bellator 200 nel 2018.

Edward “The assassin” Edwards si è guadagnato il suo soprannome vincendo tutti e 9 i match da pro sin qui disputati in 3 anni. Successi che sono arrivati in 5 casi al primo round ed equanimemente 3 volte per Ko, 3 per finalizzazione e 3 volte ai punti. In Bellator ha combattuto 5 volte, chiudendo in due casi con un Ko e le altre volte ai punti. Attenzione però, la sua striscia vincente complessiva è di ben 19 match avendo cumulato da dilettante un impressionante score di 10-0 in soli 18 mesi, con 8 successi prima del limite e la conquista di ben 5 titoli in altrettante diverse promotion britanniche. Nel suo ultimo combattimento si è imposto proprio ai danni del sopra citato Mike Shipman lo scorso novembre, sempre a Londra, per split decision. Secondo molti osservatori, battendo anche l’olandese Van Steenis si potrebbe considerare a tutti gli effetti il miglior peso medio d’Europa. Da parte sua invece l’atleta dei Paesi Bassi attualmente ha uno score da pro di 12-2 con 3 ko e 6 finalizzazioni al suo attivo. Prima di passare alle MMA pro nel 2014 si era messo in luce nei tornei di grappling del suo paese natale. In Bellator ha esordito nel 2017 dopo aver vinto il titolo nella polacca PLMMA. Nella nostra promotion ha cumulato una striscia vincente di 4 match battendo anche Chris Honeycutt (split decision). Ha perso invece ai punti il suo ultimo match lo scorso novembre contro John Salter nel main event di Bellator 233.

Kent “the hammerhorn” Kauppinen è invece tristemente noto ai fans italiani per aver messo Ko Alessio Sakara nel 2018 a Bellator Genova. All’epoca il risultato fece scalpore ma successivamente l’atleta britannico, che è anche un pugile pro, ha dimostrato di non aver vinto per caso. A Bellator 223 ha perso ai punti contro il grande Melvin Manhoef (una delle poche vittorie ai punti per l’olandese) dopo averlo anche mandato al tappeto nel secondo round confermando di avere pugni molto potenti. Lo scorso novembre a Bellator Londra ha invece finalizzato Andy Manzolo al primo round portando il suo record pro a quota 12-5, tutte vittorie prima del limite (8 Ko e 4 finalizzazioni). Will Fleury è invece un irlandese della SBG Dublino. Combatte dal 2012 e dopo aver cumulato un record di 7-0 da dilettante è passato professionista nel 2016 ottenendo per ora 7 vittorie e 3 sconfitte. Ha conquistato 2 dei suoi successi per Ko e 4 per finalizzazione. I fans italiani probabilmente lo ricorderanno per aver perso contro Alen Amedovski a Bellator Roma nel 2018. L’ultimo match in Bellator lo scorso novembre è finito per lui con una vittoria per finalizzazione al primo round contro Justin Moore.

Bellator Euroseries 9 si terrà invece sabato 3 ottobre ed i match per ora presentati sono James Gallagher Vs Cal Ellenor e Charlie Ward vs Andy Manzolo.

“The Strabanimal” Gallagher è l’ennesimo talento della SBG Ireland di John Kavanagh. Ha 23 anni e combatte dal 2014. Dopo un 5-0 da dilettante è passato professionista solo un anno più tardi. È noto per il suo Jiu itsu che gli ha permesso di ottenere 8 vittorie su 10 per finalizzazione. È in Bellator dal 2016 e per ora è a quota 7 successi (5 prima del limite) ed 1 sconfitta. Quest’ultima è arrivata per Ko a Bellator 204 contro Ricky Bandejas. Questo match doveva tenersi già un anno fa a Bellator 227 ma è stato rinviato per ben 3 volte: prima per infortunio di Ellenor, poi di Gallagher ed infine per cancellazione di Bellator Londra dello scorso maggio a causa della pandemia. Callum “Cal Pacino” Ellenor è un inglese con record pro 8-2 e fino ad oggi 1 solo match in Bellator. Lo ha disputato a Newcastle lo scorso febbraio quando ha finalizzato Nathan Greyson al primo round. I suoi successi sono arrivati tutti prima del limite, 2 per Ko e 6 per finalizzazione. Prima di entrare in Bellator ha combattuto in ACB ed in EFC.

Di Charlie Ward abbiamo avuto già modo di parlare avendo combattuto contro il nostro Pietro Penini a Bellator Londra lo scorso novembre. Il nostro connazionale vinse ai punti interrompendo la sua striscia vincente di 4 match in Bellator. Anche lui irlandese della SBG Dublino con un passato in UFC arriva da una vittoria per Ko al terzo round lo scorso febbraio contro Kyle Kurtz a Bellator 240. Il suo personale score è quindi ad oggi di 8 vittorie (6 per Ko) e 4 sconfitte da pro mentre da dilettante aveva maturato 2 vittorie ai punti. Andrei “The predator” Andy Manzolo è invece un estone di base in Gran Bretagna. Ha 36 anni ed una enorme esperienza negli sport da combattimento. Oltre che nelle MMA ha infatti combattuto per molti anni nella thai boxe vincendo un titolo mondiale e nel K1 conquistando una cintura europea. Sul ring ha un record di 63-14-1. Oltre a questo è stato campione di Gran Bretagna nel BJJ e campione d’Estonia nel judo. Nella gabbia ad oggi ha 23 vittorie ed 8 sconfitte. In Bellator ha combattuto solo una volta, a Londra lo scorso novembre, perdendo per Ko contro Kent Kauppinen. Ha esperienze anche in Cage Warriors, Final Fight Championship e UCMMA. A dispetto del suo passato nella thai boxe ha conquistato solo 4 vittorie per Ko e ben 16 per finalizzazione.