26/11/2018

INTERVISTA A ZAKARIA LAAOUATNI

A Bellator XI a Genova il compito, tutt’altro che facile, di sbarrare la strada della superstar mondiale Raymond Daniels spetterà al franco-magrebino Zakaria Laaouatni. 27 anni, di Parigi, ha già alle spalle una notevole esperienza.

Ha vinto 29 match su 37, 17 dei quali per Ko. Ha conquistato l’Oro ai World Games in Polonia nel 2017, un titolo europeo ISKA e tre campionati di Francia, terra ricca di talenti nella Kickboxing.

È al suo esordio in Bellator e per lui sarà un match a dir poco impegnativo ma anziché preoccupato si dice super contento per questo match.

“Quando mi ha chiamato Bellator – ci racconta – proponendomi di affrontare un campione come Daniels ho accettato subito con entusiasmo, era una di quelle occasioni da prendere al volo. So che sarà dura ma non ho paura. Darò il meglio di me stesso perché voglio battere il mio avversario”.

E che tipo di match lo aspetta Laaouatni lo sa bene. “Daniels si muove benissimo e soprattutto, come sappiamo tutti, ha una grandissima tecnica di gambe”. Il francese ama invece boxare ed usare i poco spettacolari ma molto efficaci low kicks. Sicuramente cercherà di minare la mobilità di Daniels con colpi alle gambe per poi chiudere la distanza e lavorare con le braccia.

Laaouatni ha poi un secondo obbiettivo oltre a quello di dimostrarsi all’altezza del campione americano. “Mi piacerebbe rimanere stabilmente in Bellator. È una super organizzazione composta di veri professionisti che ritengo possa presto diventare la numero uno al mondo negli sport da combattimento. E poi ritengo che sia una sfida con me stesso riuscire a piacere sia ai fans della Kickboxing sia a quelli delle MMA”.

A questo punto Laaouatni ci saluta per tornare ad allenarsi ma prima dedica una frase al suo avversario. “Daniels tu sei un grande campione ed io ho molto rispetto di te ma attenzione, io sto arrivando. Che vinca il migliore, forza e onore”.