07/11/2019

ALESSANDRO BOTTI IL 23 NOVEMBRE CONTRO ALFIE DAVIS A LONDRA

È il primo match di un contratto multi fight che “the bad” ha firmato con Bellator

È ufficiale, Alessandro “bad” Botti (15 – 10) ha firmato un contratto multi fight con Bellator e combatterà con Alfie Ronald Davis a Bellator Londra il prossimo 23 novembre. Prenderà il posto dell’irlandese Myles Price. Non sarà un esordio in assoluto però, perché il fighter lecchese era infatti già entrato nella gabbia circolare lo scorso 22 giugno a Bellator 223 sempre a Londra. Nell’occasione venne sconfitto dall’idolo di casa Terry Brazier per americana a 2’17’’ del terzo round. Questa volta invece sarà chiamato a “vendicare” la sconfitta ai punti di Daniele Scatizzi, suo compagno di Team al Ramada di Lecco, che perse con Davis a Bellator 217 lo scorso febbraio a Dublino.

Davis, 27 anni, è in forza alla London Shootfighters ed in carriera vanta un record pro con 12 vittorie e 3 sconfitte (2 – 0 da dilettante). 5 dei suoi successi sono arrivati per Ko e 3 per finalizzazione. Tutte le sue sconfitte invece sono state ai punti, l’ultima per split decision nell’ottobre 2018 contro Leszek Krakowskia a KSW45. Ha esordito in Bellator nel febbraio di quest’anno con la già ricordata vittoria sul nostro Scatizzi ed ha poi battuto ai punti Jorge Kanella a Bellator 223 lo scorso giugno.

Il contratto offerto a Botti da Bellator è in primis un attestato di stima nei confronti delle sue capacità ma è anche un nuovo, concreto gesto di fiducia della promotion nei confronti dei giovani talenti europei ed italiani in particolare. Su questo versante da anni l’organizzazione di Scott Coker è particolarmente attiva, sia realizzando eventi nel vecchio continente sia facendovi esordire le giovani leve locali.

Con la firma di “the bad” sono saliti a 9 gli atleti italiani con un contratto multi fight in Bellator. Oltre a lui ci sono infatti l’Ambassador Alessio Sakara, Carlo Pedersoli jr, il recente annunciato Nicolò Solli, Chiara Penco, Stefano Paternò, Daniele Scatizzi, Giorgio Pietrini e Claudio Conti. In totale invece, dal 2009 ad oggi, sono addirittura 28 gli atleti italiani o di scuola italiana ad aver disputato almeno un match o ad aver firmato per esordire nelle MMA nella promotion con base a Santa Monica. Un dato che vale più di mille parole.