17/10/2019

PER LA STAMPA ESTERA BELLATOR MILANO È STATO UN PIENO SUCCESSO

I giornalisti stranieri presenti all’evento hanno espresso grandi apprezzamenti per i match e per il pubblico italiano.

Cominciamo la nostra rassegna con Jon Husler di Fight Break “in un week end strapieno di appuntamenti per i fans degli sport da combattimento Bellator ha saputo ritagliarsi un suo spazio. L’evento di Milano ha presentato una card ricca di talenti locali ed internazionali che ha permesso al pubblico locale e a chi guardava in TV di assistere ad un evento pieno d’azione, con match di MMA e Kickboxing di assoluto valore mondiale. Il calore del pubblico locale poi è stato incredibile ed ha contribuito a rendere la serata memorabile. E se per i fighters inglesi è stata una brutta avventura gli italiani al contrario hanno rappresentato alla grande il loro Paese. Come non parlare ad esempio dell’epico scontro nei Welter tra Walter Pugliesi e Andrea Fusi? O della straordinaria vittoria di Paternò su Reece? Non so come il mio connazionale abbia trovato la forza di arrivare alla fine del match. Nel complesso Bellator Milano è stato un evento estremamente piacevole e con una grande partecipazione del pubblico locale. Credo che un ritorno in Italia nell’immediato futuro sia fortemente da consigliare a Bellator”.

Particolarmente entusiasta, come già alla vigilia, Caoilte de Barra, reporter di Mma latest news, MMAViking e FanSidedMMA. “Era la prima volta che assistevo ad un evento Bellator con una tripla card: una di Kickboxing, una di un evento numerato (il 230) ed una della European Series (Bellator Milano). Siamo partiti con la Kickboxing e devo dire che il livello tecnico era estremamente alto, abbiamo visto dei grandi combattimenti, il match making è stato fatto veramente bene. Grande anche la card di MMA comunque. La passione del pubblico, soprattutto quando alla fine ha combattuto Sakara, era impressionante. Ottime comunque tutte le prestazioni degli atleti italiani, ad esempio quella di Nicolò Solli che ha finalizzato velocemente il ben più esperto Dan Cassel. E poi il mio pronostico della viglia è stato confermato, Paternò Vs Reece è stato il fight of the night, una vera guerra. L’italiano ha piazzato dei colpi pazzeschi procurando grossi danni a Reece che non so come abbia fatto a resistere. Paternò ha dimostrato grande abilità nello striking, nel difendersi dal wrestling dell’avversario e nel gestire la distanza. Sono sicurissimo che può puntare al top del ranking mondiale di Bellator, ha il potenziale per arrivare molto lontano”.

Per Scott Lagdon di Bloody Elbow “la serata ci ha regalato grandi combattimenti ed alcune finalizzazioni molto spettacolari in una splendida cornice di pubblico. Sicuramente da ricordare i match di Nemkov e Manhoef, la sfida tutta italiana Fusi contro Pugliesi e la battaglia tra Paternò e Reece, credo che sentiremo parlare ancora molto di entrambi. Nel complesso un bell’evento che credo cementerà la presenza di Bellator in Europa ed in Italia”.

Per Gareth A Davies del prestigioso quotidiano inglese The Telegraph “il pubblico milanese ha dimostrato che in Italia c’è un’ottima base per lo sviluppo delle MMA e della Kickboxing ed anche di questo ho parlato col presidente Scott Coker”.