16/08/2019

CANGELOSI SFIDERÀ ROSS A MILANO

La Card di Bellator Kickboxing del 12 ottobre si arricchisce di un altro grande match internazionale

Si va completando la straordinaria scaletta di Bellator Kickboxing del prossimo 12 ottobre a Milano. Dopo Cristian Faustino contro Gabriel Varga per il titolo Pesi Piuma e Silvia La Notte contro l’astro nascente francese Jade Jorand un altro grande match internazionale vedrà protagonista un atleta di casa nostra. Stiamo parlando di Shan Cangelosi che se la vedrà con l’americano Kevin "The Soul Assassin" Ross.

L’atleta italiano sarà al suo secondo match in Bellator dopo la sfida con il canadese Gabriel Varga nel main event di Bellator Kickboxing lo scorso 1° dicembre nella sua Genova. Shan (nome cinese che significa “montagna”, datogli dal padre Paolo, storico maestro di Kung Fu italiano) pagò allora lo scotto di un lungo periodo di stop dovuto a problemi fisici. Specialista della muay thai, ha 35 anni ed in carriera ha ottenuto 34 vittorie (12 prima del limite), 10 sconfitte ed un pareggio. Ha combattuto in molti eventi internazionali affrontando campioni del calibro di Saenchai, Mehdi Zatout e Marko Novak. È un atleta di grande mobilità, abile nelle schivate e con i calci alti. A distanza di 10 mesi Bellator lo rivuole in azione sul suo ring nel capoluogo lombardo e anche in questa occasione l’avversario arriverà dal Nord America e sarà terribilmente agguerrito.

Kevin Ross ha da poco compiuto 39 anni ed ha cominciato tardi la sua carriera, quando ne aveva già 23. Prima, come ama ricordare, “ero soltanto un alcolizzato che si stava autodistruggendo e che si è salvato solo grazie alla muay thai”. 6 anni dopo era già campione USA pro di muay thai e l’anno successivo semifinalista nel prestigioso torneo a 8 “Toyota Cup” in Tailandia. Prima del titolo Bellator aveva già vinto quello Lions Fight ed il titolo Internazionale WBC, entrambi nella muay thai Pesi Super Leggeri. In totale ha combattuto 64 volte ottenendo 48 vittorie (13 per Ko) e 16 sconfitte.

È già noto al pubblico italiano per aver combattuto 4 volte in Italia (una proprio contro Gabriel Varga) e con 4 atleti italiani (in un caso negli USA). Sono stati tutti match di Bellator Kickboxing, nella promotion ha infatti un record di 4 vittorie e 2 sconfitte ed è stato primo a vestire la cintura di campione dei Piuma. Perse il titolo proprio nella sua ultima apparizione in Bellator, il 14 luglio 2018 a Roma quando fu messo Ko al primo round da Gabriel Varga. Aveva esordito proprio a Bellator Kickboxing 1 il 15 aprile 2016 battendo Mattia Taccini a Torino. Due mesi dopo ha bissato il successo questa volta a Saint Louis contro il suo connazionale Justin Houghton ed il 10 dicembre dello stesso anno a Firenze contro Alessio Arduini per Ko al secondo round a Bellator Kickboxing 4. Il 23 settembre 2017, a San Josè nella sua California, ha invece conquistato il titolo dei Piuma battendo con verdetto a maggioranza il nostro Domenico Lomurno durante Bellator Kickboxing 7. Un successo che però non sembra avergli portato fortuna. Tre mesi dopo infatti è stato sconfitto a Firenze da Hamza Imane in un prestige fight mentre la scorsa estate a Roma alla sua prima difesa è stato spogliato del titolo da Gabriel Varga che, come già detto, sempre il 12 ottobre a Milano metterà di nuovo in palio la cintura contro il nostro Cristian Faustino.