23/06/2019

A BELLATOR LONDRA TRIONFA LOVATO

Non riesce invece l’impresa al nostro Alessandro Botti

Purtroppo non è bastato il grande cuore al nostro Alessandro Botti. L’esordio in Bellator contro l’inglese Terry Brazier si è concluso a 2’17’’ del terzo round con un’americana che ha costretto il nostro connazionale a battere la resa.

Che il match fosse tutto in salita lo si sapeva. Botti era stato chiamato con soli 10 giorni di preavviso e doveva affrontare un atleta coriaceo, dall’ottimo wrestling ed apparso decisamente più grosso di Alessandro al momento di entrare in gabbia.

“The bad” però ha dimostrato di non avere timori reverenziali e ci ha provato a portare a casa il match cercando di mantenere il combattimento in piedi usando il suo striking. L’atleta di casa ha però confermato di avere un’ottima tecnica lottatoria. Ciò si è notato soprattutto nel secondo round che ha visto per gran parte del tempo l’atleta di casa controllare a parete ed al suolo il nostro connazionale.

Le speranze dei fans italiani si sono riaccese all’inizio del terzo round quando Botti ha bloccato un calcio dell’avversario spingendolo poi fin contro la parete e li atterrarlo. Il lecchese è riuscito a prendere una posizione di controllo e ad impostare una kimura. Brazier però non solo ha difeso benissimo ma ha pure ribaltato l’atleta lecchese consolidando un controllo laterale e bloccandogli il braccio destro. Da li l’ex parà di sua maestà è riuscito ad impostare l’americana al braccio sinistro che gli ha dato la vittoria.

Quasi nessuno invece credeva nella vittoria di Rafael Lovato Jr su Gegard Mousasi nel main event valido per il titolo Pesi Medi. Sono stati 5 round di combattimento d’altissimo livello tecnico durante i quali il pluricampione del Mondo di BJJ Lovato è riuscito a far prevalere il suo grappling sullo striking dell’ormai ex campione. Match molto equilibrato e pieno di spunti tecnici che si è concluso col punteggio di 47-47, 48-47, 48-47 a favore dell’americano.

Pronostici quasi pienamente rispettati invece nel match tra Paul Daley ed Erick Silva. Quasi perché è stato un match fra striker ed ha vinto il favorito Daley ma non per Ko come ci si aspettava.

L’attesa ritorno in gabbia di Ken Kauppinene contro una leggenda del calibro di Melvin Manhoef ha visto la sconfitta ai punti del giovane inglese a vantaggio della stella olandese. Anche qui però l’incontro è terminato ai punti (giudizio unanime di 29-28 per Manhoef) anziché per Ko come ci si aspettava essendo di fronte due striker dalle mani pesanti. Non che siano mancati gli scambi anzi, l’incontro è stato molto vivace con frequenti ribaltamenti di situazione e con lo stesso Manhoef colpito duro in più occasioni.

QUESTI NEL DETTAGLIO I RISULTATI DI TUTTI GLI INCONTRI DELLA SERATA

Bellator Londra:

Mousasi vs. Lovato Jr. Main Card

Rafael Lovato Jr. batte Gegard Mousasi con verdetto a maggioranza (47-47, 48-47, 48-47) ed è il nuovo campione Bellator dei Pesi Medi

Melvin Manhoef batte Kent Kauppinen all’unanimità (29-28, 29-28, 29-28)

Aaron Chalmers batte Fred Freeman per finalizzazione (triangolo) a 4:05 del round 2

Bellator 223:

Daley vs Silva

Paul Daley batte Erick Silva all’unanimità (29-27, 29-27, 29-27)

James Gallagher batte Jeremiah Labiano all’unanimità (29-28, 29-28, 29-28)

Fabian Edwards batte Jonathan Bosuku all’unanimità (30-27, 30-27, 30-27)

Costello van Steenis batte Mike Shipman per KO (pugni) a 1:34 del round 2

Charlie Ward batte Justin Moore per KO Tecnico (pugni) a 3:23 del round 2

Bellator Londra Card preliminare

Oliver Enkamp batte Walter Gahadza per finalizzazione (strangolamento dalla schiena) a 4:54 del round 1

Denise Kielholtz batte Bryony Tyrell per KO Tecnico (colpi) a 2:48 del round 3

Charlie Leary batte Chris Bungard all’unanimità (30-25, 30-25, 30-25)

Kate Jackson batte Lena Ovchynnikova per KO Tecnico (attesto medico) a 4:20 del round 1

Terry Brazier batte Alessandro Botti per finalizzazione (Americana) a 2:17 del round 3

Luke Ord batte Nathan Rose all’unanimità (30-27, 29-28, 30-25)

Alfie Davis batte Jorge Kanella all’unanimità (29-27, 29-27, 29-27)

Justin Burlinson batte Wendle Lewis per sottomissione verbale (infortunio) a 0.09’’ del round 1

Galore Bofando batte Keith McCabe all’unanimità (29-28, 30-27, 30-27)

Kevin Fryer batte John Redmond per split decision (29-28, 28-29 29-28)

Frans Mlambo batte Nathan Greyson per sottomissione (triangolo di braccia) a 4:22 del round 2