11/06/2019

BELLATOR 222

LA CARD ANALIZZATA DAGLI ITALIANI NEL ROSTER.

Ormai ci siamo. L’attesissimo Bellator 222 MacDonald vs. Gracie è alle porte. Gli appassionati lo potranno seguire in diretta dal Madison Square Garden di New York su Dazn Italia dalle 4.00 di sabato mattina (oppure in streaming nei gironi successivi sulla stessa piattaforma).

Abbiamo chiesto agli atleti italiani di Bellator le loro impressioni ed i loro pronostici sulla Card di un evento da loro stessi definito uno dei più belli di sempre in Bellator. Cominciando ovviamente dal main event:

Semifinale World Grand Prix Pesi Welter Rory MacDonald (20-5-1) vs. Neiman Gracie (9-0)

“Sarà molto duro questo match per Neiman Gracie - ci dice Alessio Sakara – finora non ha mai combattuto contro un avversario del livello di MacDonald. Il canadese è il campione in carica dei welter ma soprattutto è tecnicamente completissimo come tutti atleti della terza generazione delle MMA. Mi aspetto un match in cui MacDonald vorrà rimanere in piedi e Gracie andare a terra per sfruttare il suo BJJ ma attenzione, le MMA sono un altro sport, a terra non avrà la stessa superiorità che avrebbe col kimono. Dico 50/50 come possibilità di vittoria tra i due”

A bilanciarsi di più in favore di MacDonald è invece Daniele Scatizzi. “E’ un test molto importante per Neimar questo match perché avversari come MacDonald non ne ha mai affrontati. Non so che futuro potrà avere il brasiliano nelle MMA dopo i trionfi nel BJJ, questo match ci dirà molto in proposito. Rory è un fighter completo a 360 gradi, un vero campione, e anche se il match andrà al suolo credo che con il suo bjj per le MMA riuscirà a difendersi bene”.

Non concorda invece coi suoi colleghi Claudio Conti che vede vincente Neimar Gracie per sottomissione. “Penso che il brasiliano sia uno dei più grandi prospect della divisione, appena avrà sistemato il suo striking sarà fortissimo. MacDonald è più forte nel wrestling e nello striking e secondo me entrambi andranno a terra. Lo vedo sfavorito però perché ho letto una sua intervista in cui diceva di non avere più la grinta e la voglia di far male che aveva un tempo”.

Anche Giorgio Pietrini punta su Neimar Gracie “che vincerà entro la seconda ripresa per finalizzazione. Ho visto MacDonald sotto tono nel suo ultimo match che ha pareggiato con Jon Fitch a Bellator 220”.

Co-Main Pesi Massimi Leggeri: Lyoto Machida (25-8) vs. Chael Sonnen (31-16-1)

“È una sfida tra leggende” dice Alessio Sakara. “Vedo legegrmente favorito Machida per il suo colpo d’occhio e perché è difficile da portare a terra che è dove vorrà invece condurre il match Sonnen”.

Sarà invece il Ground and Pound dell’americano a fare la differenza secondo Giorgio Pietrini che vede vincente Sonnen per decisione unanime.

“Mi aspetto un primo round – commenta Daniele Scatizzi con Sonnen che prova a imporre il suo wrestling ed un Machida invece più elusivo col suo famoso footwark. Credo però che con il proseguire del match l’americano avrà un calo di cardio e “the dragon” ne approfitterà lavorando coi calci”.

Abbastanza d’accordo con “Scat” anche “the wolf” Conti. “Per me il favorito è Machida perché è più in forma, più atletico, più esplosivo. Ha inoltre uno stile di combattimento scomodo per Sonnen, penso che possa vincere per Ko entro il secondo round”.

Titolo Mondiale Pesi Gallo: Darrion Caldwell (13-2) vs. Kyoji Horiguchi (27-2)

Horiguchi, che non perde da 4 anni dopo una battaglia di cinque round contro un certo Demetrious Johnson, torna a combattere in occidente dopo 9 vittorie consecutive nel suo Giappone. E tornerà anche a combattere in gabbia visto che nella terra del Sol Levante ha sempre combattuto in un ring. Una delle ragioni del suo successo lo scorso dicembre proprio su Caldwell secondo Pietrini. “Con i lavori alla parete le cose cambiano molto, questa volta per me vince l’americano che si terrà il titolo”.

“Horiguchi viene dal karate – spiega Sakara – ha una impostazione tipo quella di Machida. Ha dei pugni che fanno male e lo conosco personalmente. È un samurai, uno che non esce mai dalla palestra, si allena sempre in modo pazzesco. Caldwell dovrà per me cercare di andare a terra anche se Horiguchi comunque è bravo anche al suolo. Vincerà il giapponese perché secondo me è il più bravo e poi è dell’American Top Team”!

Più prudente invece il pronostico di Scatizzi. “È un match molto interessante perché credo che Horiguchi sia stato un po’ dimenticato. È un fighter che non si tira mai indietro, Caldwell di contro ha un wrestling eccezionale ma non so se gli basterà”.

“Non conosco molto Horigughi – ci confessa Conti- ma Caldwell si. È un atleta completo e pericoloso e quindi credo che a vincere sarà lui”.

Match pesi Piuma: Eduardo Dantas (21-6) vs. Juan Archuleta (22-1)

“Prevedo un match bellissimo ed equilibrato” ci dice Sakara. Ho visto Archuleta combattere dal vivo a Los Angeles, è un wretsler con le mani pesanti. Di contro Dantas è più forte nel BJJ ma ha anche lui un ottimo striking”.

Conti è invece più incline a credere alla vittoria Dantas. “È il tipico brasiliano, mi piace molto, aggressivo e con colpi potenti. Archuleta comunque se la può giocare e comunque vada mi apsetto un bel match”.

Di opinione contraria Scatizzi. “Archuleta mi piace molto perché è competo, cambia spesso di livello, si muove molto, ha uno stile alla Dillashaw per capirci. Anche se Dantas ha comunque alle spalle una grande carriera vedo favorito l’americano”.

Catchweight a 175libbret: Dillon Danis (1-0) vs. Max Humphrey (3-2)

Questo è l’unico match della card che ha visto concordi tutti i nostri portacolori. Danis ha una grande carriera nel BJJ alle spalle e Bellator punta molto su di lui. Questo però sarà solo il suo secondo match nelle MMA ed è stato scelto un fighter che gli permetta di fare esperienza.

Match Pesi Piuma: Aaron Pico (4-2) vs. Adam Borics (12-0)

È l’unico match dell’under card di cui ci hanno voluto parlare i nostri intervistati. Per tutti Aaron Pico è un atleta che non è stato inserito in main card perché reduce da una sconfitta ma è un atleta “fortissimo, grande nel wrestling e nella boxe” secondo Sakara; “ha un passo in più ed è a suo agio in ogni dimensione del combattimento” per Scatizzi ed è addirittura “un futuro campione di categoria” a detta di Conti per il quale il pur forte Borics non è in grado di sbarrargli la strada.

ECCO COMUNQUE LA CARD COMPLETA DELLA SERATA

Bellator 222 Main Card:

Welterweight World Grand Prix Semifinal Title Bout: Rory MacDonald (20-5-1) vs. Neiman Gracie (9-0)

Light Heavyweight Co-Main Event Bout: Lyoto Machida (25-8) vs. Chael Sonnen (31-16-1)

175-Pound Catchweight Bout: Dillon Danis (1-0) vs. Max Humphrey (3-2)

Bantamweight Bout: Ricky Bandejas (11-2) vs. Patrick Mix (10-0)

Featherweight Bout: Eduardo Dantas (21-6) vs. Juan Archuleta (22-1)

Bantamweight World Title Bout: Darrion Caldwell (13-2) vs. Kyoji Horiguchi (27-2)

Undercard:

Featherweight Bout: Aaron Pico (4-2) vs. Adam Borics (12-0)

Women’s Flyweight Bout: Heather Hardy (2-1) vs. Taylor Turner (3-5)

Women’s Flyweight Bout: Valerie Loureda (1-0) vs. Larkyn Dasch (0-1)

Welterweight Bout: Robson Gracie Jr. (1-0) vs. Oscar Vera (Pro Debut)

Bantamweight Bout: Mike Kimbel (2-1) vs. Sebastian Ruiz (2-2)

175-Pound Catchweight Bout: Haim Gozali (10-6) vs. Gustavo Wurlitzer (22-22, 1 NC)

Women’s 112-Pound Catchweight Bout: Rena Kubota (8-2) vs. Lindsay VanZandt (5-1)

Middleweight Bout: Phil Hawes (4-2) vs. Michael Wilcox (6-3)

Lightweight Bout: Marcus Surin (5-1) vs. Nekruz Mirkhojaev (4-2)

Flyweight Bout: Brandon Medina (Pro Debut) vs. Brandon Polcare (1-2)

165-Pound Catchweight Bout: Kastriot Xhema (2-3) vs. Whitney Jean Francois (2-6-1)

Featherweight Bout: John Beneduce (2-2) vs. Kenny Rivera (2-1)