05/11/2018

A BELLATOR GENOVA CANGELOSI E VARGA

Si sfideranno nella kickboxing per la cintura pesi piuma. Nell'unico match titolato dell'evento l'idolo di casa cercherà di spodestare il canadese, campione in carica

L’unico match titolato di Bellator Genova il prossimo 1° dicembre all’RDS Stadium sarà nella Kickboxing, a dimostrazione di quanto la promotion USA punti molto su questa disciplina in Europa ed in Italia in particolare. In palio, sulla distanza dei 5 round da 3minuti, ci sarà la cintura dei Pesi Piuma (FeaterWheight) al limite delle 145 libbre pari a 65,7 KG.

A scontrarsi saranno il campione in carica, il canadese Gabriel Varga, ed un genovese che è una vera gloria per gli sport da ring delal sua città e di tutta Italia: Shan Cangelosi.

Shan (nome cinese che significa “montagna”, datogli dal padre Paolo, storico maestro di Kung Fu italiano) ha 35 anni ed in carriera vanta 34 vittorie (12 prima del limite), 9 sconfitte ed un pareggio. Ha combattuto in molti eventi internazionali affrontando campioni del calibro di Saenchai, Mehdi Zatout e Marko Novak. È uno specialista della Muay Thai anche se abbastanza atipico. È dotato di grande mobilità, abilità nelle schivate ed usa molto i calci alla testa. Una carriera però avara di titoli ma che potrebbe raggiungere l’apoteosi tra le mura amiche.

Non sarà certo facile però. Il suo avversario, Gabriel Varga, canadese di 33 anni, ha vinto il titolo Bellator lo scorso 14 luglio a Roma contro Kevin Ross. Quarto Dan di karate, ha un record di 15 vittorie in altrettanti match (con 7 Ko) da dilettante, mentre da pro ha inanellato 16 vittorie (3 prima del limite) e 6 sconfitte. Non moltissimi match ma contro fior di campioni come Robin van Roosmalen, Lerdsila Chumpairtour, Serhiy Adamchuk e Abdellah Ezbiri. Ed ha saputo sfruttare molto bene le sue occasioni portandosi a casa, oltre a quella di Bellator, anche le cinture di Glory (due volte) e di Hero Legends, oltre a vari titoli minori, anche da dilettante.

Tecnicamente è completo anche se lavora più di pugilato. La sua specialità sono il gancio al fegato e la spazzata sulla gamba d’appoggio degli avversari. È molto aggressivo ed incassa bene. C’è da spettarsi quindi un match di alto livello tecnico e, comunque vada per il nostro portacolori, di sicuro lo spettacolo non mancherà.