23/07/2020

BELLATOR 242, SERGIO PETTIS A CACCIA DELLA TITLE SHOT

A soli 26 anni il fighter di Milwaukee vuole diventare campione del mondo

Il main event di Bellator 242 vedrà contrapporsi Ricky Bandejas e Sergio Pettis in un match della categoria Pesi Gallo (cioè al limite delle 135 libbre, 61 KG). L’incontro sarà probabilmente determinante per definire uno degli sfidanti al titolo di categoria che è stato dichiarato vacante lo scorso 27 novembre a seguito di un grave infortunio del campione Kyoji Horiguchi che lo terrà lontano dalla gabbia si presume sino alla fine dell’anno.

Sergio Pettis è il fratello più giovane (27 anni il prossimo 18 agosto) dell’ex campione UFC e WEC dei Leggeri Anthony (33 anni). Come il fratello maggiore ha iniziato la pratica delle arti marziali da piccolo con il taekwondo diventandone poi cintura nera secondo Dan. Non è però questa l’unica similitudine tra i due. Sergio è infatti poi entrato nello stesso team del fratello, la Roufusport di Milwaukee nel Wisconsin loro città natale. Non una palestra qualunque in quanto gestita da “Duke” Roufus, grande campione di Kickboxing negli anni ’90 ed oggi considerato uno dei migliori coach di striking nel mondo delle MMA. Tra i suoi allievi vanno segnalati personaggi come Ben Rothwell, Matt Mitrione, Ben Askren, Tyron Woodley, Jens Pulver e Stephan Bonnar. Lo scorso gennaio è poi diventato anche lui cintura nera di BJJ sotto il 2 volte campione Panamericano Daniel Wanderley. Nelle MMA ha invece esordito prima del fratello, a soli 18 anni anziché 20. Dopo aver cumulato un record di 9-0 con 6 successi prima del limite in promotion minori è poi entrato anche lui in UFC. In 6 anni in questa promotion ha sostenuto 14 match vincendone 9. Ha ricevuto per 2 volte il premio per il “fight of the night” e sono da ricordare i suoi successi contro Joseph Benavidez, Brandon Moreno e John Moraga oltre alla sconfitta ai punti contro un fuoriclasse come Henry Cejudo. L’ultimo match è stata una vittoria ai punti contro Tyson Nam. Lo scorso 25 gennaio ha invece esordito nella nostra promotion a Bellator 238 finalizzando Alfred Khashakyan con una ghigliottina al primo round.

In carriera ha un record di 19 vittorie in 4 match, 3 per finalizzazione e 4 per Ko. Tecnicamente per quanto riguarda lo striking usa molto il jab ed i calci circolari del taekwondo. Nel wrestling ha una buna difesa contro i tentativi di proiezione mentre a terra, forte della sua cintura nera di BJJ, lavora molto bene con la schiena al tappeto.