29/05/2020

PHIL DAVIS: “VINCERE NELLA LOTTA È PIÙ DIFFICILE CHE NELLE MMA”

L’ex campione Massimi Leggeri conferma l’eccezionale valore tecnico dello sport più antico del mondo.

È più difficile vincere nelle MMA o nella lotta? Nel dibattito sollevato dall’ormai ex fighter Henry Cejudo (Oro olimpico nella Libera a Pechino 2008) si è inserito anche l'ex campione dei Pesi Massimi Leggeri Bellator Phil Davis. Secondo “Mister Wonderful” vincere in gabbia, per quanto gratificante e duro possa essere, non è tanto arduo quanto raggiungere il top nel wrestling. Può dirlo a ragion veduta perché, oltre ad aver conquistato la cintura nella nostra promotion, è stato anche per quattro volte NCAA Division I All-American alla Penn State University, dove conquistò il titolo nazionale USA nel 2008.

Le sue doti lottatorie si sono poi dimostrate fondamentali nel costruire un record da pro che parla di 21 successi in 26 match (8 dei quali in Bellator) e della conquista del titolo Light HeavyWeights nel 2016. “Diventare campione del Mondo di MMA – ha dichiarato in una recente intervista - è una cosa eccezionale. Nella lotta però il margine di errore è minimo e non puoi scegliere se, con chi e quando lottare. Io quindi non ho dubbi, vincere il titolo NCAA è stata la mia impresa più dura”.

Le parole di Davis confermano una convinzione diffusa negli States (meno in Europa) cioè che la Libera, la greco-romana ed il collegiate wrestling che si pratica nelle università americane siano un’eccellente base (se non la migliore) per iniziare una carriera da pro nelle MMA. Non è un caso infatti che i talent scout di Bellator sondino ogni anno i college USA per arruolare i migliori talenti di queste discipline È da lì che arrivano, tra gli altri, Ed Ruth, Aaron Pico e gli ancora imbattuti Joey Davis, Chris Gonzalez, Kyle Crutchmer, Johnny Eblen, Tyree Fortune, Romero Cotton e Jordan Newman.

Davis, dopo aver perso il titolo contro Ryan Bader a Bellator 180 nel giugno 2017, ha vinto 4 match su 5 disputati, 3 dei quali per Ko. Ha perso solo per split decision nel 2018 contro Vadim Nemkov il prossimo sfidante di Ryan Bader per il titolo della divisione. L’incontro era previsto per il 9 maggio scorso in California ma tutto è stato rinviato a data da destinarsi a causa della pandemia.