26/04/2020

FINALIZZAZIONI “FULMINANTI”

Ecco quali sono state le subs più veloci nella nostra storia

Di recente vi abbiamo raccontato chi sono stati gli autori dei più veloci Ko nella storia di Bellator. Questa volta invece vediamo quali sono state le finalizzazioni più rapide negli 11 anni d’attività della nostra promotion. È normale aspettarsi tempi più lunghi ma in realtà nelle prime posizioni i tempi sono quasi da Ko con tap out arrivati in poco più di 10 secondi.

Come sempre partiamo con la nostra classifica dal basso verso l’alto dove troviamo l’unico caso di parimerito con ben 3 match finiti in 35 secondi esatti.

35 SECONDI in ordine cronologico partendo dal match più vecchio:

Josh Shockley batte Eric Moon per ghigliottina a Bellator 57 il 12 novembre 2011.

Shockley era arrivato in Bellator con un record pro di 6-0 e 5 vittorie al primo round. Aveva però perso al suo debutto nella promotion contro Toby Imada, a sua volta celebre per aver finalizzato a Bellator 5 Jorge Masvidal con quella che venne premiata come finalizzazione dell’anno nel 2009. Moon invece di match da pro ne aveva già 13 ma non gli bastarono per evitare di farsi chiudere in ghigliottina tentando un double leg.

Brandon Halsey batte Alexander Shlemenko per strangolamento dalla schiena (mata leao) a Bellator 126 il 26 settembre 2014.

Sesto match e sesta vittoria consecutiva in Bellator per Halsey che resta imbattuto da pro arrivando a quota 8-0 e fa sua la cintura dei Pesi Medi. Tutto grazie ad uno strangolamento ai danni di uno Shlemenko che, a soli 29 anni, aveva già un impressionante record di 51-8.

James Gallagher batte Roman Salazar per ghigliottina a Bellator 227 il 27 settembre 2019.

Ottava finalizzazione su 10 vittorie da pro per “the strabanimal” Gallagher ai danni dell’ex UFC Salazar.

31 SECONDI Cort Wahle batte Joe Royce per ghigliottina a Bellator 197 il 13 aprile 2018.

Nonostante la fulminante vittoria questo è stato l’unico match in Bellator sia per Wahle sia per Royce che di lì a poco terminò la sua carriera.

30 SECONDI Evangelista Cyborg Santos batte Brennan Ward per heel hook a Bellator 153 il 22 aprile 2016.

Terz’ultimo match in carriera ed esordio in Bellator per l’ex marito della nostra attuale campionessa Pesi Piuma Cristiane Justino che da lui prese il soprannome di Cyborg. Veterano di molte battaglie il brasiliano si presentava con un record di 20-16 e 17 successi prima del limite. Nell’occasione non smentì il suo stile aggressivo e a farne le spese fu l’ex contender al titolo dei Medi Brenann Ward che arrivava da 4 vittorie consecutive prima del limite tra Bellator e Rizin e che i bookmakers davano nettamente favorito.

26 SECONDI Mike Mucitelli batte Matt Uhde per armbar a Bellator 81 il 16 novembre 2012.

Match in cui Uhde parte subito a piena velocità riuscendo a portare a terra Mucitelli il quale però costruisce abilmente un armbar ed obbliga alla resa il suo avversario. Mucitelli resterà imbattuto fino al match con Liam McGeary due anni dopo a Bellator 118.

24 SECONDI Zach Freeman batte Aaron Pico per ghigliottina a Bellator 180 il 24 giugno 2017.

L’ex fenomeno della lotta Pico debutta nelle MMA direttamente in Bellator ma paga pegno al suo background entrando troppo basso di testa alle gambe di Freeman che non si lascia sfuggire l’occasione e piazza una ghigliottina. Pico si riscatterà poi con 4 Ko consecutivi al primo round e resta un prospect su cui la promotion e la stampa specializzata puntano moltissimo.

22 SECONDI Joe Hamilton batte Tyler Freeland per strangolamento dalla schiena (mata leao) a Bellator 155 del 20 maggio 2016.

È Hamilton a portare a casa questa sfida tra imbattuti (3-0 il record di entrambi al momento del match) entrambi all’esordio in Bellator e che dopo questo incontro non combatteranno più. In ogni caso l’atleta dell’Idaho dà prova di grande abilità arrivando alla schiena dell’avversario e strangolandolo in poco più di 20 secondi.

18 SECONDI Dave Vitkay batte Jesse Peterson per ghigliottina a Bellator 93 del 21 marzo 2013.

Sul gradino più basso del nostro ideale podio troviamo questo successo dell’orco di Atlanta che fa valere i suoi 24 match in 11 anni di carriera contro il meno esperto Peterson (seppur col record vincente di 7-2). Per l’atleta del Maine l’esperienza nella nostra promotion terminerà così, Vitkay invece vincerà altri due match in un anno prima di decidere di passare ad altra organizzazione.

15 secondi Aaron Johnson batte Brennan Ward per armbar a Bellator 89 il 14 febbraio 2013.

Lo sfavoritissimo Johnson lascia tutti a bocca aperta finalizzando l’allora imbattuto Ward (5-0 con 4 vittorie al primo round compreso il suo esordio in Bellator contro l’anch’egli imbattuto Sam McCoy). Ward parte deciso e porta a terra il suo avversario che però, in pochi secondi, riesce a costruire un arm lock da manuale che lascia ad arbitro e pubblico a malapena il tempo di rendersi conto di cosa succede. A differenza del vincitore però Ward proseguirà la sua carriera in Bellator disputando ben 13 match nei 4 anni successivi.

11 secondi Aviv Gozali batte Eduard Muravitskiy con Imanari roll più heel hook a Bellator 225 il 24 agosto 2019.

Come probabilmente molti di voi immaginavano la finalizzazione più veloce nella storia di Bellator l’ha realizzata la scorsa estate “the king” che, al suo terzo match nelle MMA (tutti in Bellator) ha centrato la terza vittoria consecutiva per finalizzazione al primo round contro un judoka bielorusso al suo diciassettesimo match. Il video divenne subito virale in rete e ve lo riproponiamo in questo video con le prime 3 finalizzazioni di Gozali. Una quarta è arrivata con un anaconda dopo 56 secondi lo scorso novembre a Bellator 234.:

https://www.youtube.com/watch?v=bdzaS1MB9b0