23/02/2020

BELLATOR 239 E DUBLINO, PROMOSSI E BOCCIATI

I giudizi dei blogger italiani sui nostri eventi del week end

Questa volta cominciamo la nostra carrellata di commenti sul fine settimana di fuoco appena conclusosi in casa Bellator con Giuseppe Albi di www.fightnews.it per il quale “Bellator ancora una volta non ha tradito le attese con una due giorni molto interessante. A Thackerville abbiamo assistito ad una main card divertente e ricca di spunti. Si è mosso qualcosa per esempio nei pesi massimi con le vittorie convincenti di Valentin Modavsky e Timothy Johnson arrivate attraverso due game plan completamente differenti. Quando c'è varietà stilistica fra gli atleti è sempre un bene, soprattutto in una categoria come quella dei big man. Molto interessante anche la vittoria di Myles Jury, il quale ha dimostrato ancora una volta una buona poliedricità che gli ha permesso di prevalere contro Brandon Girtz grazie ad un ottimo striking, ma anche ad un solidissimo wrestling. Ci si aspettava di più invece da Ed Ruth che è stato letteralmente surclassato sotto ogni punto di vista da Yaroslav Amosov. Con questa nuova vittoria l'imbattuto ucraino deve ora essere considerato di diritto un serio contendente nei welter. Sul fronte italiano infine è arrivata la sconfitta di Chiara Penco. Un esordio comunque positivo per la fighter toscana che ha patito la maggiore esperienza dell'avversaria soprattutto nelle fasi lottatorie. Beasty Barbie comunque ha tutte le qualità per poter far bene in futuro, quindi aspettiamoci un pronto riscatto nella sua prossima uscita”.

Secondo invece Massimiliano Rincione di Fox Sport Italia a Bellator 239 “Myles Jury battendo Brandon Girtz ha realizzato un grande up set mentre è stato bellissimo il Ko di Timothy Johnson ai danni di Tyrell Fortune. Nei preliminari invece mi è piaciuta tantissimo Denise Kielholtz. Parlando poi di Dublino purtroppo abbiamo visto una Penco davvero troppo poco a suo agio. L’avversaria non credo fosse irresistibile e fondamentalmente ha fatto solo 3 round di controllo. Il talento in Chiara sicuramente c’è ma a Dublino non si è visto affatto, occorrerà lavorarci sopra tanto. Parlando invece del resto della card abbiamo visto la bella vittoria di Will Fleury ed un sorprendente up set di Alberth Dias su Richie Smullen che ci hanno regalato davvero un bel match. E come pensavo Oliver Enkamp ha distrutto Lewis Long così come ha fatto Bandejas con Mlambo. Kiefer Crosbie al contrario ha faticato un po’ troppo con Iamik Furtado. Bello il match della Rawlings con la Kallionidou mentre mi aspettavo un match molto più combattuto tra Primus e Bungard. Charlie Ward ha battuto per Ko Kyle Kurtz ma non mi ha impressionato, deve davvero lavorare ancora tanto perché la sconfitta col nostro Pietro Penini per lui è stata davvero pesante. Uno che invece ha perso ma mi è piaciuto è stato Aaron Chalmers”.

Per Andrea Brenna di Fatti Marziali “nel main event di Bellator 239 abbiam visto un Amosov imporsi in maniera convincente nelle fasi di lotta col suo sambo rivelatosi più efficace del wrestling di Ruth. Da un lato il successo gli permette di entrare nell’élite della divisione anche se probabilmente il non aver chiuso il match prima del limite lo costringerà ad affrontare un altro match prima di poter avere una chance titolata contro Lima. Ruth invece perde una grande occasione di scalare il ranking perché era riuscito ad ottenere due successi dopo una sconfitta ed ora invece dovrà ricominciare tutto da capo. Credo che gli servirà anche migliorare il suo bagaglio tecnico generale oltre al grappling. Nei Massimi Moldavsky ha letteralmente asfaltato Ayala in un match veramente a senso unico. Il russo a questo punto si candida per match importanti. Nella stessa divisione invece le belle speranze dell’astro nascente Tyrell Fortune si sono letteralmente schiantate contro i pugni micidiali di Timothy Jhonson. Nella card preliminare molto deludenti le prestazioni sia di Varga sia di Bolanos che erano entrambi molto attesi. Un’altra kickboxer che combatteva nei preliminari ed ha invece vinto ma soprattutto convinto è Denise Kielholtz che ha fatto davvero una grande prestazione e che a questo punto dovrebbe forse dedicarsi a tempo pieno alle MMA. Credo comunque che per il prossimo match in gabbia sia ora di dargli un’avversaria dal nome importante. Passando a Dublino parto parlando della Penco e dico che è stato un match che lascia parecchio amaro in bocca ma purtroppo la sua avversaria ha fatto un match molto più disciplinato. Non so se Chiara non è riuscita ad applicare la sua strategia o se è stata quella della sua avversaria ad evidenziare i suoi punti deboli. Resta però il fatto che il match era alla sua portata ma, non so per quali motivi, non è riuscita a dimostrare il suo vero valore in gabbia. Magari è stata la troppa pressione per l’esordio in Bellator, non lo so, spero solo che possa presto rifarsi. Parlando invece degli altri match direi che era ampiamente annunciata la vittoria di Primus su Bungard mentre ho trovato un po’ deludente la prestazione di Crosbie nonostante la vittoria, negli ultimi match mi sembra che abbia un po’ rallentato, spero sia solo un problema momentaneo perché per me era un fighter molto promettente. Altri combattimenti che ho trovato interessanti sono stati la vittoria di Bandejas contro Mlambo, combattimento molto interessante fino al gancio di Bandejas che ha chiuso i giochi. Credo che si sia confermato come uno dei migliori Pesi Gallo della Promotion. Da segnalare anche la vittoria di Enkamp, la seconda di fila al primo round e contro un avversario che per me non era da sottovalutare. Credo sia un talento da tenere d’occhio. Nel main event invece vittoria non entusiasmante della McCourt che spero non venga subito promossa ad una title shot perché la ritengo non ancora pronta per affrontare la Cyborg”.

Infine Daniele Perfigli di http://www.fightingzone.it si è “divertito molto con Bellator 239. Si sapeva che sarebbe stata una serata dura per i wrestler di Bellator, chiamiamoli così, ovvero per Ruth e Fortune ed entrambi hanno perso. Il primo contro Amosov che sicuramente è molto più esperto avendo molti più match, il secondo contro Jhonson. In generale serata difficile per tutti gli “adattati” alle MMA perché hanno perso anche Varga e Bolanos, che arrivano dalla Kickboxing anziché dalla lotta come i due precedentemente citati. Si è salvata solo la Kielholtz con la sua bella vittoria al primo round. Menzione speciale infine per Kyle Crutchmer perché ha battuto Scott Futrell con una anaconda choke, la mia finalizzazione preferita. Detto di Thackerville passiamo a Dublino ed al match della Penco. Anche questo un bell’evento, mi è piaciuta la McCourt che ero curioso di vedere, così come Primus che ha vinto molto bene ma ovviamente l’interesse principale era per nostra connazionale e non sono rimasto entusiasta della sua performance. Non so perché ma ha offerto una prestazione in controtendenza rispetto alle sue precedenti. Nello striking ha fatto vedere che poteva essere superiore andando a segno più volte però poi continuava ad arretrare, non ha messo un calcio e faccio fatica a ricordare 3 round di MMA senza veder tirare un calcio a nessuno dei due fighters. Poi si è fatta prendere da questi tentativi di proiezione che erano anche abbastanza telefonati, si è fatta proiettare e poi a terra l’altra ha controllato. Insomma, non so il perché ma non ha fatto un be match. Speriamo di rivederla meglio in futuro”.